Condividi:

Gravidanza: l'esame Villocentesi o prelievo di villi coriali

Un elenco dei principali esami e controlli che devono, o possono, essere effettuati durante la gravidanza.
Esami: Amniocentesi | Cardiotocografia (CTG) | DuoTest | Ecografia | Ecografia Morfologica | Ecografia Tridimensionale | Ematochimici (sangue-urine) | Flussimetria | Tampone | Test di Coombs | Translucenza nucale | TriTest | Ultrascreen | Villocentesi
Indice: Gravidanza | Calcolatori | Trimestri e Mesi gestazione | Esami clinici | Glossario

Gravidanza: l'esame villocentesi

Cosa è la Villocentesi

La Villocentesi, o prelievo dei villi coriali (CVS), è un esame che consiste nel prelievo di frammenti di tessuto dalla placenta (tessuto coriale circa 10-15 mg).
Il prelievo avviene per via transaddominale o per via transcervicale (attraverso la cervice uterina) sotto guida ecografica. I villi coriali ottenuti estratti sono utilizzati per indagini citogenetiche e/o molecolari.
Il prelievo dei villi coriali ha il vantaggio di poter essere eseguito prima dell' amniocentesi, rendendo possibile una diagnosi precoce di eventuali anomalie cromosomiche o genetiche.

Cosa serve la Villocentesi

L'esame permette di diagnosticare eventuali anomalie cromosomiche del feto, malattie genetiche ( talassemia Alfa e Beta, emofilia A e B, fibrosi cistica, ecc.).
Per altre necessità consente di stabilire, su richiesta, la paternità del feto.

Quando si effettua la Villocentesi

Il prelievo dei villi coriali viene eseguito tra la 11° e la 13° settimana di gestazione (terzo o quarto mese di gravidanza) .

Chi deve fare la Villocentesi

L'esame viene proposto e consigliato alle pazienti ad elevato rischio di anomalie cromosomiche quali:
  • età materna avanzata
  • aumentato rischio di patologia cromosomica in base ai test di screening
  • precedente figlio affetto da anomalia cromosomica, se la coppia lo desidera
  • genitori portatori di alterazioni cromosomiche

I rischi nella Villocentesi

E' un esame invasivo perchè comporta la puntura dell'utero attraverso l'addome, sotto la guida ecografica.

Il rischio di aborto è tipico attorno all'1%.
Per quanto riguarda il rischio di malformazioni fetali vi sono alcune segnalazioni circa un'aumentata incidenza di malformazioni a carico degli arti e del viso in feti sottoposti a villocentesi per prelievi eseguiti in epoca molto precoce di gravidanza, ad embriogenesi non ancora conclusa.
I rischi per la mamma sono rari.

I tempi per i risultati dell'esame

Nelle strutture pubbliche i risultati si hanno dopo 20 giorni, nell'ambito privato si possono anche avere dopo sette-nove giorni.

Il costo della Villocentesi

Nelle strutture private il costo medio di un esame oscilla da 1200 a 1700 euro.
Per le donne di età superiore a 35 anni, o che abbiano un rischio aumentato di patologie cromosomiche (ad esempio un test di screening positivo) l'esame è gratis.

Collegamenti e risorse


I siti collegati

PhotoFromTheWorld.com: foto da tutto il Mondo
100s.it: le classifiche i migliori 100
Sport-Team.net: sport ed eventi sportivi
www.ilDolceAmico.it: cimitero virtuale per animali
www.risus.it: ridi che ti passa

Copyright © abspace - Design by alberto bellina